Your hands on me

Mani, tremate ancora, ancora nude di autunno, di paesaggi, di are, per quanto seme rintombato a spaglio per quale semenzaio o dio o miraggio. Siate distanti, e l’una all’altra estranea, l’acqua un errore inamovibile, dubiti il chiodo, dubbi nel disfatto prisma delle…